Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Allarme Bric’s per il nostro export

In calo la Cina, in calo l'India, in calo la Turchia. I dati di febbraio del nostro commercio estero restano globalmente positivi, con una crescita media tendenziale di oltre il 7%. Preoccupa però l'analisi per paese, dove le economie più dinamiche in termini di crescita stanno riducendo gli acquisti effettuati in Italia. Già da tempo alcuni imprenditori segnalavano dati contrastanti in arrivo dalla Cina; ora gli ultimi dati sgombrano ogni dubbio: a febbraio il nostro export verso Pechino si riduce del 4,8%, ed è il secondo calo consecutivo. Terza frenata in tre mesi per l'India, che nel primo bimestre del 2012 vede un calo del 9,1%. Per fortuna dell'Italia la ripresa della manifattura statunitense rappresenta un traino potente, con vendite italiane verso Washington che a febbraio crescono di oltre il 20%, mentre si segnala anche una ripresa in nordafrica, dove la situazione è decisamente meno turbolenta rispetto a 12 mesi fa. E tuttavia, i segnali che arrivano da Pechino e Mumbai non sono affatto da sottovalutare perché provengono dalle due economie più dinamiche del pianeta. In Cina le ultime stime di crescita sono state ridimensionate, me restano tuttavia al di sopra dell'8% !!

Cruciale per le nostre imprese continuare a puntare su questi mercati, cruciale per il nostro Governo attivare ogni forma di sostegno per evitare che altri paesi e non l'Italia approfittino dello sviluppo asiatico.