Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

L’integrazione modello roulotte

Nel 2011 l'Istat segnala un aumento vertiginoso del numero delle famiglie che dichiarano di abitare in baracche, roulotte, tende o abitazioni simili: sono 71.101 famiglie, a fronte delle 23.336 del 2001. A Milano, in zona Bovisa, ogni 15 giorni i vigili sgomberano un campo Rom di una decina di tende a ridosso della massicciata della ferrovia. Lo sgomberano, per poi tornare a sgomberarlo quindici giorni dopo. Spostare il problema da una parte all'altra della città o del Paese non aiuta però a risolverlo. Servirebbe un'idea chiara di che cosa significhi integrazione, andando oltre la demagogia o la solidarietà di maniera.  Lavoro e scuola dovrebbero essere i capisaldi e chi si chiama fuori volontariemente da questi ambiti pone seri problemi. 

Come si mantiene chi rifiuta strutturalmente un impiego? Come si integra una famiglia se preferisce mandare i figli a chiedere l'elemosina piuttosto che a scuola? 

In attesa che la nostra politica risponda, l'Istat certifica che in Italia ogni giorno 13 famiglie in più vivono in tende, roulotte e baracche.

  • Domenico |

    La situazione di Milano è diventata insostenibile e, un anno fa, i milanesi che hanno consegnato il Comune a questi signori non possono fare finta di niente. Bisogna essere pragmatici: con i rom le politiche di integrazione non sono mai servite e non servirano mai a nulla. Non gli interessa entrare nella civiltà. A questo punto, pragmaticamente, non è il caso di rispettare i cittadini italiani massacrati dalle tassee che non ne possono piu’ di questo schifo? Pisapia, ci sei o sei ancora nel resort in Tailandia?

  Post Precedente
Post Successivo