Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Tagliare non è uno scandalo

Il Governo ha identificato un'area di 295 miliardi di spesa pubblica da sottoporre a revisione, in cui dunque effettuare possibili tagli. E già in via preventiva si levano voci di dissenso da partiti, sindacati, lobbisti, politici locali. Il punto di vista ricorrente, con varie sfumature, è: attenzione a non smantellare tutele, protezioni, spese necessarie, servizi essenziali.

Ma vi pare possibile che su un bilancio di 295 miliardi si considerino intoccabili già i primi 4,2 miliardi di tagli annunciati ? Trattasi dell'1,4% del totale !!

Basterebbe imparare dalle aziende. Di fronte alla crisi tutte hanno tagliato i costi, eliminato consulenze inutili, ridotto gli sprechi, "strizzato" i fornitori. I quali a loro volta si sono adeguati riducendo i loro costi e/o comprimendo i margini per non finire fuori mercato. 

Tagliare del 10% in modo strutturale questa spesa significa liberare risorse per 29,5 miliardi all'anno, una piccola finanziaria. Chi è a caccia di risorse per la crescita e per nuovi investimenti sarà il caso che dia una mano al Governo in questa direzione.