Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La crisi spinge le marche dei distributori

Le difficoltà economiche delle famiglie si leggono in maniera chiara alle casse dei supermercati. Nei primi mesi del 2012 i prodotti di marca cedono il passo a quelli dei distributori, che realizzano una quota di mercato del 17,5%, il top di sempre. In alcuni casi, come per i prodotti a marchio Coop, il dato sale al 26,7% in crescita del 15% rispetto all'anno precedente. Il motivo è chiaro: la ricerca della convenienza. Nielsen stima che nei primi tre mesi dell'anno per affrontare la crisi le famiglie abbiano reagito rinunciando all'acquisto di alcuni prodotti o scegliendo prodotti a prezzi inferiori, risparmiando in questo modo quasi 300 milioni.  Questo non basta a compensare l'aumento dei prezzi e l'inflazione media dei negozi, stimata al 4,7%, ma almeno è un modo per contenere i danni.

I margini di manovra, anche per i distributori, sembrano ormai ridotti. Anche sul fronte degli sconti c'è il nuovo record: il 26,7% dei ricavi di supermercati e ipermercati è realizzato con una qualche forma di promozione.