Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

I tempi e i modi di Pisapia

Domani la delegazione italiana si presenta al Bie per spiegare come procedono i lavori per l'Expo. Dopo tre anni di ritardi la nostra immagine a Parigi non è proprio cristallina e a peggiorare la situazione ha provveduto oggi il sindaco di Milano, rimettendo l'incarico di Commissario Straordinario in polemica con il Governo.

Due problemi, uno di forma, l'altro di sostanza. Per l'annuncio ha scelto l'assemblea annuale di Assolombarda, utilizzando in modo non del tutto elegante il podio concesso per i saluti iniziali e strappando più di un "titolo" o un lancio di agenzia a quella che doveva essere la giornata delle imprese .

Peccato di gran lunga inferiore, a mio avviso, rispetto alla tempistica della comunicazione, con un messaggio di confusione e bagarre che in questo momento al Bie non avremmo certo dovuto mandare. Il simpatico segretario generale Loscertales ha già fatto per anni fatica a sorridere davanti alle telecamere mentre Moratti e Formigoni traccheggiavano sui terreni facendo perdere due anni di tempo alla preparazione dell'evento. Ora però a questo signore stiamo chiedendo troppo, fossi in lui scriverei al Governo per chiedere che succede, per capire se l'Expo l'Italia lo vuole davvero. 

Figura pessima e voto basso signor sindaco.