Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Anche la benzina “self” sfonda i due euro al litro

La corsa della benzina non si arresta e ieri il nuovo massimo storico ha sfiorato in Liguria i 2,09 euro nella modalità servita. La novità è che ora anche la benzina self service ha superato i due euro con 20 pompe autostradali già oltre quel livello, che salgono a 120 considerando la modalità "servita".

Eppure, dalla metà di agosto ad oggi la situazione internazionale sembra migliorata: l'euro ha guadagnato terreno, il Brent ha ceduto due dollari al barile, i prezzi internazionali della benzina sono scesi da 69 a 67 centesimi al litro. Scenario di cui non beneficiano i consumatori: osservando i picchi in autostrada da metà agosto il rincaro è stato del 3,6% mentre le medie di Quotidiano Energia indicano un rincaro di tre centesimi, da 1,90 euro del 21 agosto a 1,93 di ieri per la benzina servita. 

In testa alle classifiche dei prezzi più alti sono sempre Liguria e Toscana, dove le addizionali regionali valgono insieme all'Iva oltre sei centesimi al litro. In allegato La tabella di Staffetta Quotidiana con le addizionali per ciascuna regione.

Ieri però la Toscana ha deciso di correre ai ripari, eliminando l'addizionale da cinque centesimi. La decisione sarà operativa a partire dal primo ottobre e dovrebbe portare in regione ad un calo di almeno 6,1 centesimi (considerando anche l'Iva). Il Governatore Rossi ha chiesto alle compagnie di fare uno sforzo aggiuntivo. Si vedrà.