Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

L’orgoglio della meccanica bonsai

Quattro addetti, 600mila euro di ricavi, appena tre anni di vita e un nome pretenzioso: Meccanica Italiana. Eppure la piccola srl di Treviso che produce stampi per bottiglie non usurpa nulla, anzi. L'imprenditore Antonello Luca ci spiega di  aver scelto questo nome perché è stufo di leggere  termini anglosassoni come system o technology nei biglietti da visita delle aziende. "Vogliamo valorizzare il nostro territorio – ci racconta – e siamo orgogliosi di rappresentare la manifattura nazionale, c'è un senso di appartenenza che mi sembrava giusto evidenziare".

Cerro, le dimensioni non aiutano, ma per ora la strategia funziona: alla fine dello scorso anno l'azienda ha rifiutato qualche ordine per il troppo lavoro, è cresciuta del 20% al record storico di fatturato, quest'anno assumerà almeno una persona. "Abbiamo avuto uno stagista – spiega l'imprenditore – e ora lo confermeremo senz'altro".

Niente "system" o "technology", questo è un posto di lavoro totalmente tricolore.