Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Dallo spread costi veri, altro che imbroglio

A chi, come l'ex premier Berlusconi, avesse ancora dubbi sul fatto che la riduzione dello spread sia un vantaggio per tutti noi e non "un imbroglio", suggerisco una lettura degli ultimi dati Istat.

La spesa per interessi passivi delle amministrazioni pubbliche nel terzo trimestre è stata pari a 18,38 miliardi, 1,34 miliardi in più rispetto allo stesso periodo del 2011. Si tratta della differenza più bassa dall'esplosione della crisi, segno che la progressiva riduzione dei tassi ha avuto un effetto sulla spesa pubblica. Ovviamente l'effetto è mediato, ci sono variabili congiunturali da considerare, tempistiche diverse e modalità diverse delle emissioni, tassi annuali che devono ancora essere pagati ecc.. 

E tuttavia il trend pare abbastanza eloquente. Considerando periodi omogenei, cioè lo stesso trimestre di anni diversi, il "gap" di spesa rispetto al periodo precedente è cambiato in questo modo durante il Governo Monti:

4° trim. 2011 : 2,74 miliardi

1° trim. 2012 : 2,66 miliardi

2°trim. 2012 : 2,52 miliardi

3°trim. 2012 : 1,39 miliardi

Più che un "imbroglio", a me sembra un risparmio.