Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Carrefour rilancia sul quoziente familiare

La crisi aguzza l'ingegno e almeno uno degli effetti positivi di questa situazione è lo sforzo delle aziende per incentivare i consumi, con benefici concreti in termini di risparmio.

Nella grande distribuzione, dove ormai le attività promozionali valgono un quarto dei ricavi, l'ultima iniziativa è di Carrefour, con lo sconto dell'Iva per anziani e famiglie numerose. Dal 18 gennaio al 31 marzo, in tutti i 1.204 punti vendita del gruppo (Iper, Market, Express) si praticherà lo sconto dell’Iva ai clienti con oltre 65 anni di età e ai nuclei familiari di 5 o più componenti. Lo sconto sarà praticato sui prodotti di macelleria, pescheria, frutta, verdura, salumi, formaggi e pane fresco, cioè oltre  4.500 prodotti.

Il valore dello sconto varierà dal 4 al 10% a seconda dei reparti con un impatto stimato da Carrefour in 150/200 euro all’anno per gli Over 65 ed un risparmio di 350/500 euro all’anno per le famiglie numerose. Lo sconto sarà cumulabile con le altre promozioni in corso nei punti vendita.

L'obiettivo è nobile, ma naturalmente si tratta anche di fare business, visto che in Italia sono oltre 1 milione 400 mila  le famiglie con più di 5 componenti (5,6%) e 12 milioni gli “over 65” anni (circa il 20,6 % della popolazione).

Concretamente, chi fosse interessato all'iniziativa dovrà richiedere la tessera che dà diritto agli sconti presso il banco accoglienza di uno dei 1.204 punti di vendita ad insegna Carrefour. Gli over 65 che presenteranno la propria carta d’identità unitamente alla tessera SpesAmica riceveranno una speciale “Senior Card”, mentre alle famiglie numerose che esibiranno – oltre alla tessera SpesAmica – lo stato di famiglia, verrà consegnata la “Superfamily card”. Entrambe le tessere consentiranno uno sconto automatico dell’IVA sui prodotti di macelleria, pescheria, sulla frutta e la verdura, sul pane fresco, sui salumi e i formaggi, visibile direttamente sullo scontrino.

 

 

  • paolo |

    la lodevole iniziativa dovrebbero farla pure per gli studenti fuori sede!!!!

  Post Precedente
Post Successivo