Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Per il Fisco si inceppa il “bancomat” dei carburanti

Nel primo bimestre del 2013 il gettito fiscale legato ai carburanti si è ridotto di 70 milioni di euro. Le stime dell'Unione Petrolifera evidenziano la gravità della crisi dei consumi, con effetti dirompenti anche nell'acquisto di benzina e gasolio. A febbraio la domanda di carburanti si riduce dello 0,7%, ma solo perché nel confronto statistico si confronta con "l'anomalo" febbraio 2012, quando le forti nevicate bloccarono per molti giorni la circolazione in intere aree del Paese. Nel primo bimestre comunque il calo dei consumi continua, con la benzina a cedere il 5,9% e il gasolio il 3,8%.

Il fatto che si viaggi meno è del resto certificato anche dai numeri delle concessionarie autostradali, che nel 2012 hanno visto il traffico ridursi del 7,1% con un calo ancora superiore nel mese di dicembre. 

L'unico dato positivo nel settore resta quello del Gpl (+7,8% nel primo bimestre), grazie alla diffusione progressiva di queste motorizzazioni, soprattutto a causa del risparmio che garantiscono.     

  • CorteSconta |

    Ennesimo autogol del sanguinario fisco italico e del suo mandante governativo: le tasse strozzano i consumi e per conseguenza il gettito diminuisce. Come un drogato il governo reagisce aumentando le dosi (di tasse) e via così continuando arriva alla morte

  • rp3 |

    Toh, la curva di Laffer esiste. Ma non era di destra? Pura economia vodoo? Ma per fortuna dei contribuenti esiste un´aliquota massima oltre la quale il gettito diminuisce. Meno male. Cordialita´. R.P.Ffm.

  Post Precedente
Post Successivo