Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La crisi si legge nei pallet

Finiscono ovunque. Alimentare, farmaceutica, meccanica, elettrodomestici, chimica e cemento. Non vi è comparto dell'economia che non utilizzi i "pallet", bancali in legno che servono per stoccare e movimentare le merci. E proprio le statistiche dei pallet offrono un "bigino" prezioso per leggere la recessione, senza la necessità di consultare troppe fonti. 

In media nel 2012 i pallet cedono il 5% dei volumi, quasi 700mila pezzi, un trend che però è il risultato di due andamenti divergenti.

Crollano infatti del 7,3% i bancali destinati ad Italia ed Europa, crescono del 4,8% quelli che finiscono nei paesi extra-Ue, unica area di sviluppo in questi mesi per le nostre aziende.

Il trend prosegue immutato anche nel 2013, con un altro fenomeno preoccupante legato alla diffusione dell'usato, in crescita dell'8% mentre il "nuovo" cede altrettanto. Appena due anni fa i bancali rigenerati, che costano fino al 70% in meno, valevano la metà dei nuovi, mentre oggi il livello è quasi analogo. 

  • angela |

    Non ho letto nelle statistiche il numero di Palmer rubati e venduti illegalmente che hanno permesso a mio fratello di licenziarmi per mancanza di lavoro presso Palm spa

  Post Precedente
Post Successivo