Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Si riaccende il credito

Più del doppio. Ad agosto il credito alle famiglie per l’acquisto di case ha avuto l’ennesima impennata, ben al di sopra della performance dei primi otto mesi dell’anno. I 2,8 miliardi di euro ottenuti dalle famiglie sono del 133% più alti rispetto allo stesso mese del 2014 ma superiori anche a quasi tutti i singoli periodi dello scorso anno, pur in presenza di un mese – agosto – dove l’attività è mediamente ridotta. In otto mesi la crescita è consistente e sfiora il 90%, arrivando a 36,3 miliardi di euro (dai 19,5 miliardi dello stesso periodo 2014).

Il che fa ben sperare per le sorti del mercato immobiliare ed edilizio, forse il comparto più penalizzato dalla recessione iniziata nel 2009, con compravendite di case crollate di oltre il 70% rispetto al periodo pre-crisi.

In ripresa di quattro miliardi anche le nuove operazioni per le imprese, mentre i tassi di interesse scendono a nuovi minimi, con tassi medi inferiori al 2%. Nelle scadenze tra 1 e 5 anni il livello dei tassi “bonsai” non pare avere effetti rilevanti sul credito mentre per prestiti oltre i cinque anni è visibile qualche movimento. I nuovi finanziamenti superiori al milione di euro oltre i cinque anni si moltiplicano addirittura per 10, dai 31 milioni di agosto 2014 ai 300 di agosto 2015. Valori assoluti ancora ridotti ( i nuovi prestiti di agosto sono 25 miliardi) ma almeno il trend ha il segno giusto.